POSTE ITALIANE. Partono i rinnovi, ma manca quadro complessivo. Stato di agitazione prosegue

Adecco comincia a rinnovare le missioni ai lavoratori somministrati presso Poste, ma la comunicazione è insufficiente e in ritardo.

Sindacati attendono un piano organizzativo complessivo su rientri e rinnovi. Attenzione molto alta

FeLSA Cisl NIdiL Cgil UILTemp hanno ricevuto oggi una comunicazione da Adecco spa in merito ai rinnovi di missione per gli autisti somministrati presso Poste Italiane.

Per i lavoratori con contratto a tempo indeterminato e missione in scadenza al 31 ottobre, nonché prossimi al raggiungimento dei 24 mesi di anzianità, l’Agenzia per il lavoro ha comunicato l’intenzione di prorogare le missioni fino al 30 aprile 2021, con mansioni di portalettere a parità di livello di inquadramento.

Per quanto riguarda i lavoratori con contratto a tempo indeterminato e determinato con anzianità inferiore, rispettivamente, ai 24 e ai 12 mesi, le proroghe arriveranno fino al 31 gennaio 2021.

Nella nota sindacale diffusa oggi, FeLSA Cisl NIdiL Cgil UILTemp ritengono “insufficiente e in ritardo la comunicazione di Poste rispetto a quanto definito complessivamente con il MISE, anche in riferimento alle durate delle proroghe e per il cambio di mansione, pur apprezzando il fatto che si sono fermate le interruzioni delle missioni e che per la prima volta si superano i 24 mesi di lavoro.

Le Organizzazioni sindacali richiedono, quindi, con forza e in tempi rapidi:

– il quadro complessivo di rinnovi e rientri, che possa dare seguito agli accordi sottoscritti con il MISE, recuperando i lavoratori a tempo determinato e indeterminato interrotti negli ultimi mesi;

– il piano complessivo organizzativo, che faccia chiarezza su esternalizzazioni e ruolo della somministrazione.

Somministrati Poste Italiane Incontro al MISE del 29 settembre 2020Felsa CISL NIdiL Cgil UILTemp
Incontro al Ministero del 29 settembre 2020 | POSTE ITALIANE. Impegno del MISE, confronto va avanti

Con il MISE si è concordato un monitoraggio costante della situazione. I Sindacati si riservano di dare un giudizio complessivo a fronte delle informazioni richieste. FeLSA Cisl NIdiL Cgil UILTemp “mantengono alta l’attenzione su questa delicata e importante vertenza, che non ritengono conclusa – prosegue la nota – Pertanto nel confermare lo stato di agitazione, auspicano riscontri positivi da tutti gli interlocutori coinvolti, al fine di arrivare a un risultato condiviso.

Sciopero Somministrati Poste 27 luglio 2020 Felsa CISL NIdiL Cgil Uiltemp
Scioperi e presidi | 10 Settembre 2020 |POSTE ITALIANE. Lo stato di agitazione continua

Il comunicato sindacale FeLSA Cisl NIdiL Cgil UILTemp

30.10.2020-Comunicato-sindacale--Autisti-somministrati-in-Poste-Italiane