Il tema dell’occupazione nel lavoro di Nidil Cgil

NIdiL Cgil ha scelto di rafforzare il proprio impegno di rappresentanza e intervento a favore dei disoccupati e delle disoccupate, dotandosi di uno specifico progetto.

Il progetto di NIdiL sui disoccupati ha carattere sperimentale e si propone di realizzare azioni specifiche di sostegno individuale a chi è senza lavoro ed azioni collettive di partecipazione alla costruzione di piattaforme e percorsi per l’occupazione. La necessità è nata in parte dalla forte e crescente presenza di questi soggetti nel tesseramento, ma anche per il valore politico dato dalla Categoria ai temi dell’occupazione, alla sua continuità e qualità.

Disoccupazione come fase di un percorso lavorativo

In Italia, la disoccupazione si attesta attorno al 10% e rappresenta una vera e propria piaga sociale che esclude giovani in ingresso nel mondo del lavoro, donne spesso a seguito di una gravidanza e buona parte dei cittadini e delle cittadine del Sud, li esclude dal sistema produttivo o li tiene ai margini in una forma costante di sottoccupazione, minando così in maniera decisa e radicale la possibilità di sviluppo del Paese. NIdiL, in virtù delle persone che rappresenta, con contratti di lavoro caratterizzati da discontinuità lavorativa, nelle diverse accezioni, che questa riguardi un lavoratore/ice somministrato, un collaboratore/ice nei diversi settori in cui si presenta questa forma contrattuale, o un lavoratore/ice con Partita Iva, deve poter accompagnare anche nelle fasi di non lavoro.

Tuttavia, Nidil, concepisce la disoccupazione come fase di un percorso, e si pone pertanto il tema del possibile sostegno dei lavoratori/ici per la continuità  occupazionale e di reddito e per il riconoscimento della  qualità del lavoro svolto, dando continuità e crescita a esperienze lavorative  e professionalità acquisite.

Il progetto NIdiL Cgil a sostegno dei disoccupati

L’attività prevede il protagonismo territoriale delle strutture di Nidil a livello locale e Regionale, ed una attività nazionale di coordinamento e promozione di iniziative. Si realizza attraverso i servizi della Cgil, in particolare Inca (per l’assolvimento delle pratiche relative alla disoccupazioneNaspi, Discoll, Reddito di Cittadinanza), oltrechè con propri specifici Sportelli Sindacali specializzati nelle prestazioni di sostegno al reddito previste dalla Bilateralità di settore per i somministrati, e attraverso  il SOL, Servizio di Orientamento al lavoro della Cgil, che promuove azioni che favoriscano l’accompagnamento all’inserimento o il reinserimento lavorativo.

E, in maniera più specifica, il lavoro di NIdiL Cgil si realizza attraverso la partecipazione alla contrattazione territoriale e sociale, promuovendo la propria presenza attiva nella stesura delle piattaforme confederali e facendosi promotorice di azioni a favore dello sviluppo occupazionale e della formazione come strumento di occupazione e riconoscimento del propria esperienza di studi e lavoro, anche nei percorsi discontinui di lavoro. Tra gli obiettivi primari vi è quello del coinvolgimento diretto dei disoccupati e delle disoccupate con iniziative costanti sui territori, che vanno da assemblee ad incontri mirati, a consulenze individuali. Per partecipare rivolgetevi pertanto alle nostre sedi territoriali.

Torna alla newsletter Numero Zero!