AMAZON, siglato accordo con i Sindacati

Definita intesa tra Filt CGIL, Fit CISL, Uiltrasporti e RSA, NIdiL CGIL, FeLSA CISL e UILTemp con Amazon Logistica e Amazon Transport.  Ne danno notizia le segreterie nazionali dei Sindacati in un comunicato unitario.

L’accordo tra i Sindacati e Amazon è stato raggiunto oggi “in coerenza con gli impegni assunti nel Protocollo di relazioni industriali siglato presso il Ministero del Lavoro il 15 settembre 2021 e con quanto convenuto nel verbale d’incontro del 28 giugno 2022 in riferimento alla valorizzazione economica collettiva e alla revisione del valore del ticket buono pasto”.

Nella nota, le Organizzazioni Sindacali informano i lavoratori e le lavoratrici che dal 1° gennaio 2023 l’importo del singolo ticket, attualmente pari a 5 euro, sarà incrementato a 7 euro, per tutto il personale dipendente a tempo indeterminato e determinato e per quello in somministrazione, sia a termine che a tempo indeterminato.

Inoltre per tutto il personale operativo e amministrativo, addetto alle operazioni di magazzino (dipendente a tempo indeterminato e determinato, in somministrazione a termine e a tempo indeterminato) e che già non sia oggetto di trattamenti economici specifici unilaterali, si è convenuto che:

  • Dal 1° ottobre 2022 la retribuzione base verrà ulteriormente incrementata del 2% rispetto agli aumenti già comunicati ad ottobre 2021.
  • Tenuto conto delle recenti novità normative in materia di supporto al mondo delle imprese e del lavoro (Decreto Legge 21 marzo 2022 n.21, Decreto Legge 9 agosto 2022 n.115 e Decreto Legge 23 settembre 2022 n.144), nel mese di novembre detto personale potrà accedere alla somma di euro 500, attraverso buoni acquisto che dovranno essere acquisiti entro la fine dell’anno tramite una piattaforma di Welfare aziendale temporaneamente attivata per questa specifica occasione. Tale bonus straordinario sarà erogato ai dipendenti in forza e ai lavoratori in somministrazione al 15 ottobre 2022, per l’intero importo a fronte della presenza di 12 mesi in azienda nell’anno 2022 o per un importo rapportato alla effettiva permanenza in forza e alla durata del contratto per coloro che fossero stati assunti in corso d’anno. Per i contratti part-time e MOG, detto importo sarà riproporzionato in base alle ore effettivamente svolte.

Riguardo al futuro, i Sindacati specificano che “Le Parti continueranno, attraverso futuri incontri specifici, il confronto sugli argomenti finalizzati al miglioramento delle condizioni ed all’ampliamento dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori nonchè sul tema del lavoro temporaneo per dare opportunità di continuità occupazionale al personale coinvolto.”

“Le Segreterie Nazionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, NIdiL, FeLSA, UILTemp esprimono soddisfazione per l’importante risultato raggiunto con l’intesa che concretizza finalmente il percorso negoziale avviato con Amazon e realizza una positiva risposta per il personale in una fase congiunturale critica per i lavoratori e le lavoratrici.” concludono quindi le Organizzazioni Sindacali.

Rassegna Stampa web