SOMMINISTRAZIONE. Elette prime RSU in Sardegna

Alla RWM di Domusnovas eletti tre delegati NIdiL CGIL in rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori somministrati. Record di partecipazione, oltre 90%

[COMUNICATO STAMPA NIdiL CGIL, CGIL Sardegna Sud Occidentale, CGIL Sarda]

Carbonia, 18 ottobre 2020 – Per la prima volta in Sardegna i lavoratori con contratti in Somministrazione hanno eletto i propri Rappresentanti Sindacali, che ora potranno confrontarsi con l’agenzia interinale dalla quale dipendono. È successo alla RWM di Domusnovas, dove nei giorni scorsi la lista del NIdiL Cgil ha eletto tre delegati su cinque – Simone Spanu, Daniele Naseddu e Ivan Curreli – mentre gli altri due sono iscritti Felsa e Uiltemp.

Le elezioni della RSU fra i somministrati, già di per sé un unicum nel mondo del lavoro isolano, registrano anche un record nella partecipazione al voto con 125 votanti sui 138 aventi diritto, una percentuale del 90,6%: “Un risultato straordinario”, hanno detto i Segretari CGIL e NIdiL CGIL della Sardegna Sud-Occidentale, Antonello Congiu e Stefano Saddi, sottolineando che “è un successo da ascrivere prima di tutto ai lavoratori che si sono messi in gioco pur nella loro condizione di precarietà e poi alla preziosa collaborazione dei dipendenti di RWM”.

Il voto si è svolto dal 12 al 15 ottobre, in concomitanza con le RSU aziendali dei diretti che hanno eletto due rappresentanti Filctem CGIL e uno Femca Cisl.

Per Samuele Piddiu, Segretario Generale CGIL sarda, è un passo importante verso la riunificazione del mondo del lavoro, dove troppo spesso convivono nella stessa azienda, gomito a gomito, a svolte svolgendo persino le stesse mansioni, lavoratori con contratti diversi e diversi diritti. L’attenzione della CGIL e della categoria dedicata, il NIdiL, verso i lavoratori somministrati e con contratti atipici è massima, l’auspicio è che la buona prassi realizzata nel Sardegna Sud-Occidentale si estenda presto a tante altre realtà.

Comunicato-stampa_Elezioni--RSU_Somministrati_Final