SOMMINISTRATI QUESTURE. Verso un nuovo bando. Sindacati: garantire continuità occupazionale

Le organizzazioni sindacali di rappresentanza dei lavoratori somministrati FeLSA CISL NIdiL CGIL UILTemp e dei dipendenti diretti della Funzione Pubblica hanno incontrato oggi il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno. All’ordine del giorno un aggiornamento in merito alla situazione dei 408 lavoratori assunti dall’Agenzia per il Lavoro (ApL) GiGroup e in missione presso gli uffici immigrazione delle Questure.

Somministrati fondamentali per garantire i servizi degli Uffici immigrazione

Secondo quanto riferito dalla nota sindacale “I rappresentanti del Ministero hanno espresso il loro apprezzamento per il lavoro svolto dai lavoratori somministrati, evidenziando più volte come le loro competenze e professionalità siano attualmente indispensabili per il buon funzionamento dei servizi.”

Su sollecitazione dello stesso Dipartimento, infatti,nella Legge di Bilancio 2022, sono contenute le necessarie risorse per  la copertura finanziaria di tutto l’anno corrente. Tuttavia, sarà necessario bandire una nuova gara di affidamento del servizio di somministrazione, perchè GiGroup non potrà proseguire oltre la scadenza del 31 marzo 2022.

Nuova gara di affidamento, sindacati: rispettare clausola sociale per la continuità occupazionale

Le Organizzazioni Sindacali, oltre ad accogliere positivamente il giudizio positivo espresso sull’attività e professionalità dei lavoratori somministrati. hanno ricordato che il CCNL delle Agenzie di somministrazione prevede la clausola sociale. In presenza di un eventuale cambio di ApL, quindi, permanendo l’attuale fabbisogno, tutti i lavoratori in forza devono essere riassunti dall’Agenzia subentrante. “Abbiamo pertanto chiesto che questa clausola venisse inserita nel bando di gara, come ulteriore garanzia per la continuità occupazionale dei lavoratori attualmente in forza – riferisce la nota sindacale –  Inoltre, è stata evidenziata l’importanza di procedere in tempi rapidi con l’iter di gara, in quanto l’aggiudicazione deve avvenire entro il 31 marzo (massimo 10 aprile per proroga tecnica), per evitare l’interruzione del servizio e dei contratti di lavoro.”

Infine, sebbene non di stretta competenza del Dipartimento presente all’incontro, le Organizzazioni Sindacali hanno esposto anche la situazione dei 177 lavoratori somministrati, anche questi assunti dalla ApL Gigroup, in scadenza al 28 febbraio prossimo.  Su questo fronte è stato sollecitato un incontro ad hoc.

“Valutiamo positivamente la volontà di dare continuità ai 408 lavoratori somministrati per tutto il 2022 – concludono le Organizzazioni Sindacali -e monitoreremo affinché la nuova gara contempli nei tempi e nelle forme tutte le garanzie di continuità lavorativa previste dal CCNL delle Agenzie di somministrazione. Allo stesso tempo solleciteremo il Ministero al fine di individuare, qualora si verificassero analoghe necessità, le medesime soluzioni anche per i restanti lavoratori in somministrazione impegnati a vario titolo nel settore immigrazione, prossimi alla scadenza contrattuale.”

APPROFONDIMENTI