ASM RIETI. Accordo di rinnovo per i somministrati a rischio

Ieri FILT Cgil e NIdiL Cgil Rieti Roma Est Valle dell’Aniene e l’Azienda municipale ASM di Rieti hanno sottoscritto un accordo di rinnovo per i 5 somministrati che al 31 gennaio rischiavano di non vedere riconfermato il loro contratto. Un’errata interpretazione del Decreto “Dignità” aveva, infatti, portato l’impresa a escludere il personale, nonostante la professionalità maturata negli anni. L’ASM Rieti S.p.A. è una società partecipata, di cui il 60% è del Comune di Rieti e il 40% di proprietà privata, si occupa di igiene urbana e relativo sito di stoccaggio, farmacie comunali e trasporto pubblico locale.

L’11 gennaio Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti e NIdiL Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp Lazio avevano pubblicato una lettera aperta al Ministro di Maio e proclamato uno stato di agitazione sfociato nello sciopero unitario del 14 gennaio, quando l’azienda non aveva voluto ricevere i Sindacati.

L’incontro di ieri davanti al Prefetto di Rieti ha invece permesso il buon esito della vertenza, attuando la soluzione proposta dalle Organizzazioni Sindacali, quindi la continuità occupazionale dei lavoratori somministrati. Inoltre, a salvaguardia e sicurezza dei dipendenti di ASM Rieti, nella flotta aziendale verranno inseriti due bus che saranno operativi dalla prima settimana di febbraio. L’Azienda si è impegnata anche a sollecitare la Commissione Regionale per la definizione dell’istruttoria di acquisto di altri otto veicoli.