NAVIGATOR, Sindacati: bene proroga, ora riforma strutturale

BENE LA PROROGA PER I NAVIGATOR. ORA SI LAVORI AD UNA RIFORMA STRUTTURALE

 Roma, 23 marzo 2021. –“La proroga dei contratti dei Navigator rappresenta un primo passo necessario, ora ci aspettiamo che anche questi collaboratori rientrino in un disegno organico di riforma dell’intero sistema nazionale delle politiche attive del lavoro e del rafforzamento dei servizi all’impiego”. Così FeLSA CISL, NIdiL CGIL, UILTemp UIL commentano la disposizione contenuta nel Decreto Sostegno attraverso la quale viene assicurata continuità occupazionale a queste figure professionali, almeno fino al 31 dicembre 2021. 

“E’ fondamentale la previsione, come da noi sempre richiesto – proseguono le sigle sindacali – della valorizzazione dell’esperienza professionale maturata finora dai Navigator. Tale ipotesi, a nostro avviso, va però estesa ai diversi ambiti inerenti la gestione delle PAL (Politiche Attive del Lavoro), considerato che l’attività di molti di questi operatori si è svolta anche al di fuori dei Centri per l’Impiego”. 

“Il lavoro condotto in tutti questi mesi, insieme alle Confederazioni CGIL CISL UIL, di sensibilizzazione e di rappresentazione dei reali bisogni del Paese, che passano necessariamente anche per l’intero settore delle politiche attive, della qualificazione e della formazione dei lavoratori e dei disoccupati, oggi segna comunque un’importante tappa, specie se commisurata ai presupposti da cui si è partiti qualche tempo fa”. 

“Ora auspichiamo – concludono FeLSA, NIdiL, UILTemp – che in tempi brevi si insedi l’annunciato tavolo di confronto con le parti sociali per una revisione strutturale della gestione del mercato del lavoro e la riorganizzazione delle politiche attive, attraverso un puntuale riassetto di competenze e di ruoli dei soggetti coinvolti nella riforma, anche in un’ottica di stabilità lavorativa delle professionalità impiegate”. 

Scopri di più su NIdiL Cgil! Leggi anche: