Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

domenica 19 novembre 2017

ore 05:39
Registrati adesso Non riesci ad accedere?

Le prestazioni: maternità, malattia, infortunio e salute e sicurezza

Ultimo aggiornamento di martedì 14 ottobre 2014 ore 17:31

In caso di gravidanza, malattia e infortunio sul lavoro del collaboratore la legge (art. 66, commi 1-3, d.lgs. 276/03) regolamenta unicamente la possibilità di interrompere la prestazione sospendendo l'erogazione del compenso.

Salva diversa previsione del contratto individuale, in caso di malattia e infortunio la sospensione del rapporto non comporta una proroga della durata del contratto, che si estingue alla scadenza.

Il committente però ha la facoltà di rescindere il contratto se la sospensione si protrae per un periodo superiore:

  • a un sesto della durata stabilita nel contratto, quando essa sia determinata;

  • a 30 giorni, per i contratti di durata determinabile (art. 66, comma 2, d.lgs. 276/2003).

In caso di gravidanza, alle collaboratrici a progetto iscritte alla Gestione separata Inps si applica la disciplina dell'astensione obbligatoria dal lavoro, anche anticipata. La durata del rapporto è sospesa e prorogata per un periodo di 180 giorni. Nel contratto individuale le parti possono migliorare tale disposizione.

In caso di infortunio ai collaboratori è riconosciuto un indennizzo Inail.

Salute e sicurezza sul lavoro

Al collaboratore a progetto si applica la disciplina generale in materia di salute e sicurezza sul lavoro come per tutti i lavoratori subordinati (d.lgs. 81/2008; d.lgs. 106/2009) se la prestazione lavorativa si svolge nei luoghi di lavoro del committente. Su quest'ultimo gravano tutti gli obblighi e le responsabilità posti in capo alla generalità dei datori di lavoro.