Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

giovedì 24 maggio 2018

ore 08:27
Registrati adesso Non riesci ad accedere?

ANPAL SERVIZI: inaccettabile campagna denigratoria contro nostre RSA

Ultimo aggiornamento di giovedì 25 gennaio 2018 ore 17:25

COMUNICATO CGIL NAZIONALE

"La campagna denigratoria messa in atto nei confronti delle nostre RSA, sia a livello personale che sindacale, è inaccettabile. Esprimiamo quindi piena solidarietà ai rappresentanti sindacali di Anpal Servizi e continueremo a tutelarne ruolo e funzioni nelle sedi opportune". Così la Cgil Nazionale a seguito di quanto riportato ieri, 23 gennaio, dall'agenzia Askanews in relazione ad una comunicazione inviata dalla RSA Uilca-Uil ai vertici di Anpal con la quale viene screditato l'operato delle organizzazioni sindacali Cgil e Cisl a proposito della firma di un accordo per la stabilizzazione dei precari dell'Agenzia.

Per la Cgil "l'accordo sottoscritto a luglio rappresenta la principale risposta contrattuale, trasparente e nel rispetto delle norme vigenti, al tema del precariato in Anpal Servizi. Inoltre, è anche uno degli strumenti per superare ritardi e difficoltà più volte segnalati. Ritardi determinati - sottolinea la Cgil - dal nuovo modello organizzativo che ancora impedisce di mettere Anpal Servizi in condizione di svolgere appieno il suo ruolo nella rete delle politiche attive, in particolare attraverso una piena operatività a supporto dei territori e delle regioni".

La Cgil, insieme a Cisl, alle RSA e alle relative categorie, già lo scorso 19 gennaio aveva denunciato in un comunicato "il tentativo sconsiderato e deplorevole, attraverso una lettera anonima, di bloccare le iniziative messe in atto per la salvaguardia della comunità professionale di Anpal Servizi e le procedure di stabilizzazione dei suoi lavoratori precari. Rimaniamo esterrefatti di fronte all'incoscienza di chi mette proprie argomentazioni strumentali davanti all'interesse collettivo rischiando, con atteggiamenti deprecabili, di mettere a rischio l'azienda ed i suoi lavoratori".

Roma, 24 gennaio 2018