Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

giovedì 23 novembre 2017

ore 08:21
Registrati adesso Non riesci ad accedere?

Gli aspetti fiscali e previdenziali

Ultimo aggiornamento di lunedì 24 ottobre 2016 ore 11:56

Gli importi riconosciuti tramite voucher sono esenti da imposizione fiscale. Il compenso del prestatore di lavoro accessorio è assoggettato a contribuzione previdenziale, seppur ridotta.

A valere sul buono, il committente versa alla Gestione separata Inps un contributo pari al tredici per cento del valore nominale del buono stesso.

La contribuzione versata all'Inps è utile soltanto ai fini pensionistici e non dà diritto alle prestazioni di malattia, maternità e assegno al nucleo familiare.